Bambino io, bambino tu.

In questo momento “Le dita nella torta” il mio primo libro per bambini edito Valentina Edizioni, fatto insieme a Maria Pia Angelini ,illustratrice,è al Salone del libro di Torino.

Speriamo i bambini lo amino.

E’ un privilegio parlare ai bambini ed essere ascoltati da loro .

Ultimamente mi sono presa la briga di leggere un po’ di biografie di scrittori per bambini, italiani e sopratutto stranieri.

Hanno avuto tutti delle vite agitate,solitarie e con problemi relazionali.

Evidentemente per scrivere per bambini bisogna restarlo oppure ritornare a esserlo da grandi.orticola milano

Domenica scorsa a Milano, ad Orticola il libro è stato  presentato ed è andato a ruba,giravano libri, giravano barattoli di miele,api finte e tante risate.

Gli occhi dei bambini spalancati sul mondo non finiranno mai di rallegrarmi,bisognerebbe ascoltarli  molto di più.

Ricordo il mio amico Augusto Daolio,mitico ed indimenticabile leader e fondatore del gruppo musicale “I Nomadi”,uomo intelligente e profondo sosteneva che un adulto ,davanti ad un bambino,dovrebbe cercare di dimenticare tutto e camminare insieme a lui.

Cosa che ,del resto fanno i genitori giovani, oggi invece si rimanda sempre tutto e spesso si diventa genitori all’età in cui si dovrebbe essere nonni buttando sui bambini troppe aspettative e nevrosi,troppi giochi ,troppo potere, i bambini se la cavano per fortuna quasi  sempre.Dopo un po’ che giochi con loro,buttano via gli ammennicoli e ti chiedono di inventare,creare,giocare con niente se non con la testa ,le mani ,le  braccia,le gambe,l ‘erba,.l’acqua,quello che c ‘è insomma, a volte basta una pietruzza .

Provate a dire a un bambino “nella prossima ora facciamo tutto quello che vuoi”…provate ,troverete delle sorprese.

Con questa magnifica foto scattata  da Gianni Berengo Gardin vi saluto.

calendario-FLOU-1

“I sapori che raccontano Milano”: un evento all’EXPO GATE.

videogiornalistici

Il 7 aprile scorso, all’EXPO GATE, si è tenuto l’evento I sapori che raccontano Milano.

Dal Boeucc al Bar Magenta. Locali e ristoranti storici nel documentario di Gianpietro Vinti e Renata Prevost. La proiezione è il 7 aprile.

I sapori che raccontano Milano è un documentario di Renata Prevost e Gianpietro Vinti che fotografa i ristoranti e i locali storici della città. Martedì 7 aprile alle 11 il film viene proiettato all’Expo Gate Spazio Leonardo (ingresso libero).

All’incontro-proiezione partecipano, oltre ai due autori, anche il critico gastronomico Allan Bay e alcuni protagonisti del racconto per immagini come il decano degli chef Gualtiero Marchesi, Fabio Cortesi patron del ristorante Santa Lucia, e Arturo e Maria Maggi della Latteria San Marco.

Nel documentario ciascuno di loro racconta uno spicchio di Milano, disegnandone una mappa tra storia, cultura e costume gastronomico, ma anche sociale. Se, ad esempio, Marchesi è riconosciuto come il papà della nuova cucina italiana nata negli anni Settanta insieme al suo ristorante di via Bonvesin de la Riva (dov’è da poco tornato aprendo l’omonima Accademia), è altrettanto innegabile il ruolo culturale rivestito dal Bagutta dove, nel 1927, nasce l’omonimo premio letterario tutt’ora in attività.

Che dire poi dei 300 anni di storia del Boeucc, o delle serate ruggenti del Capolinea, frequentato dai più grandi jazzisti internazionali, come Chet Baker e Charlie Haden? Oppure, in tempi più recenti, della Rivoluzione studentescam nata ai tavoli del Bar Magenta dove si riunivano segretamente i dirigenti milanesi di Lotta Continua?
Renata Prevost, copywriter, giornalista e scrittrice, e Gianpietro Vinti, art director e regista sono i fondatori della casa di produzione Giroidee, che concentra la sua attività nella promozione del patrimonio storico e sociale di Milano di cui I Sapori che raccontano Milano è il primo esempio.

Articolo tratto dal sito Mentelocale 

Nelle foto qui sotto alcuni momenti dell’evento

EXPO5 expo2 expo4 expo3 expo1 EXPO7 EXPO6