Bambino io, bambino tu.

In questo momento “Le dita nella torta” il mio primo libro per bambini edito Valentina Edizioni, fatto insieme a Maria Pia Angelini ,illustratrice,è al Salone del libro di Torino.

Speriamo i bambini lo amino.

E’ un privilegio parlare ai bambini ed essere ascoltati da loro .

Ultimamente mi sono presa la briga di leggere un po’ di biografie di scrittori per bambini, italiani e sopratutto stranieri.

Hanno avuto tutti delle vite agitate,solitarie e con problemi relazionali.

Evidentemente per scrivere per bambini bisogna restarlo oppure ritornare a esserlo da grandi.orticola milano

Domenica scorsa a Milano, ad Orticola il libro è stato  presentato ed è andato a ruba,giravano libri, giravano barattoli di miele,api finte e tante risate.

Gli occhi dei bambini spalancati sul mondo non finiranno mai di rallegrarmi,bisognerebbe ascoltarli  molto di più.

Ricordo il mio amico Augusto Daolio,mitico ed indimenticabile leader e fondatore del gruppo musicale “I Nomadi”,uomo intelligente e profondo sosteneva che un adulto ,davanti ad un bambino,dovrebbe cercare di dimenticare tutto e camminare insieme a lui.

Cosa che ,del resto fanno i genitori giovani, oggi invece si rimanda sempre tutto e spesso si diventa genitori all’età in cui si dovrebbe essere nonni buttando sui bambini troppe aspettative e nevrosi,troppi giochi ,troppo potere, i bambini se la cavano per fortuna quasi  sempre.Dopo un po’ che giochi con loro,buttano via gli ammennicoli e ti chiedono di inventare,creare,giocare con niente se non con la testa ,le mani ,le  braccia,le gambe,l ‘erba,.l’acqua,quello che c ‘è insomma, a volte basta una pietruzza .

Provate a dire a un bambino “nella prossima ora facciamo tutto quello che vuoi”…provate ,troverete delle sorprese.

Con questa magnifica foto scattata  da Gianni Berengo Gardin vi saluto.

calendario-FLOU-1

Benvenuti sul mio sito.

contattiRenata Prevost inizia a lavorare in pubblicità nel 75 alla TBWA come assistent copywriter, nel frattempo ultima gli studi umanistici.

L’anno dopo passa alla Pubblimarket come copywriter in carica per due anni.

Nell’ 80 dopo aver collaborato con Ogilvy,Y&R,Michele Rizzi & Associati, Fabrica, Lintas, Realitat, Centrokappa e altre agenzie su clienti di ogni tipologia e di ogni budget, torna alla Pubblimarket come co-direttore creativo.

Nell’84 apre, in società, Garage Cinematografica, nella quale svolge l’attività di produttore e regista. Dopo alcuni anni di spot Garage diventa la prima società cinematografica nel mondo del documentario d’immagine d’ impresa vincendo premi in tutto il mondo.

Nell ’85, spinta da alcuni suoi vecchi clienti,apre, nella Garage, un settore di comunicazione e come direttore creativo si occupa della comunicazione di importanti aziende come Flou, Finmeccanica, Enel, Rinascente, Olivetti, Merloni e molte altre.

Dal 1995 al 2000 è socio, fondatore e presidente di Orchestra.

Una delle new media agency di punta del panorama italiano, venduta poi a Benatti e Infertentia.

Garage apre un nuovo settore specializzato in eventi.

Dal 1980 collabora come giornalista di costume e attualità con diversi quotidiani e periodici e, per periodici di settore, in qualità di critico pubblicitario dal 76, come “Zoom”,”Pubblicità Italia” e per due anni dirige “Nuovo”. Ha fondato un giornale edito Garage “On magazine”.

Dal 1990 al 95 collabora in modo continuativo con il “Corriere della sera” e “Io donna”.

Ha scritto “I creativi italiani” edito da Lupetti &Co:”Voci nella città” edito da Idea Books, con il forografo Carlo Orsi “Io sorrido ,tu sorridi” edito da Valentina Edizioni , per un’associazione benefica, Interplast Italy, di cui si occupa, da anni, in qualità di giornalista e fundraiser, e “Ciao sono io” edito da Excogita.

Ha insegnato pubblicità presso l’Istituto Europeo del design e il Politecnico di Milano.

Alla Domus Academy ha ideato e diretto il corso “Pic-Nic.Your Communication Breakfast”.

Dal 2006 si occupa di progetti di comunicazione ad ampio raggio, di eventi e di libri.

Numerosi i premi raccolti in Italia e all’ estero in tanti anni di carriera e in tutte le discipline in cui sui è cimentata.