Musica maestro.

Massimo Piazza - Auspicio 3 copia 2

Ho recentemente visto il film sull’ultimo concerto dei Queen a Montreal: uno spettacolo di forza,abilità,doti canore e di spettacolo.Freddy Mercury era una bomba di tutto e sapeva dare emozioni infinite.

La musica,se ben eseguita è sempre un conforto,un aiuto,una distrazione,una carica,non a caso,quando si va in auto in tanti (ma anche da soli) e si è felici si canta a squarciagola (provate a pensare in quanti film c ‘è ,copiando la vita,una scena di qualcuno o più che cantano in macchina).
La musica è in molti luoghi,un fiume che accompagna in montagna la tua passeggiata è musica,il vento che fruscia tra le foglie degli alberi è musica,la risata dei bimbi è musica, persino lo sferragliare di un tram ,in certi momenti ,può essere musica,le onde del mare mentre sosti in una caletta in barca sono musica ,un gesto affettuoso di un amico è musica,così è meraviglioso che in questi giorni Milano si sia riempita di musica.

Nelle piazze,in cima ai grattacieli,nei lounge bar,ovunque c’è un piano e un’artista.
Girare per la città è diventata una magia,per le strade ,nei metrò,ovunque succede qualcosa,qualcuno si da da fare per creare emozioni, sembra quasi di essere a Parigi o New York dove quasi ad ogni angolo ti aspetta una sorpresa per gli o occhi o le orecchie o il cuore.

Sarà stata la spinta dell’Expo ma Milano è ritornata ad essere, dopo anni di letargo, una città viva dove ogni giorno,ogni sera puoi scegliere tra mille eventi interessanti:la cosa più difficile è avere il tempo per vederli ,tutti è impossibile ma proprio questa infinita scelta ti dà il senso di libertà,piacere e compagnia.
La musica è un fatto personale e solitario oppure un grande momento di aggregazione e di emozione collettiva,quando mi piace una melodia la ascolto per settimane,sempre quelle, in continuazione creando effetti collaterali a chi mi è vicino in quel momento,un tempo,quando i bimbi erano piccoli,abitavamo in una villa di più piani,in quel periodo mettevo sempre un disco che aveva come ritornello “lollippop lollipoop” e un giorno mi sono accorta che i bimbi scendevano gli scalini cantando” lollipoop ” ,ho capito che dovevo cambiare musica.

Il dipinto che simula il nutrimento di cibo o musica o qualunque cosa serva all’essere umano è del pittore Massimo Piazza,ritrattista potente. Il titolo: Auspicio.

Bambino io, bambino tu.

In questo momento “Le dita nella torta” il mio primo libro per bambini edito Valentina Edizioni, fatto insieme a Maria Pia Angelini ,illustratrice,è al Salone del libro di Torino.

Speriamo i bambini lo amino.

E’ un privilegio parlare ai bambini ed essere ascoltati da loro .

Ultimamente mi sono presa la briga di leggere un po’ di biografie di scrittori per bambini, italiani e sopratutto stranieri.

Hanno avuto tutti delle vite agitate,solitarie e con problemi relazionali.

Evidentemente per scrivere per bambini bisogna restarlo oppure ritornare a esserlo da grandi.orticola milano

Domenica scorsa a Milano, ad Orticola il libro è stato  presentato ed è andato a ruba,giravano libri, giravano barattoli di miele,api finte e tante risate.

Gli occhi dei bambini spalancati sul mondo non finiranno mai di rallegrarmi,bisognerebbe ascoltarli  molto di più.

Ricordo il mio amico Augusto Daolio,mitico ed indimenticabile leader e fondatore del gruppo musicale “I Nomadi”,uomo intelligente e profondo sosteneva che un adulto ,davanti ad un bambino,dovrebbe cercare di dimenticare tutto e camminare insieme a lui.

Cosa che ,del resto fanno i genitori giovani, oggi invece si rimanda sempre tutto e spesso si diventa genitori all’età in cui si dovrebbe essere nonni buttando sui bambini troppe aspettative e nevrosi,troppi giochi ,troppo potere, i bambini se la cavano per fortuna quasi  sempre.Dopo un po’ che giochi con loro,buttano via gli ammennicoli e ti chiedono di inventare,creare,giocare con niente se non con la testa ,le mani ,le  braccia,le gambe,l ‘erba,.l’acqua,quello che c ‘è insomma, a volte basta una pietruzza .

Provate a dire a un bambino “nella prossima ora facciamo tutto quello che vuoi”…provate ,troverete delle sorprese.

Con questa magnifica foto scattata  da Gianni Berengo Gardin vi saluto.

calendario-FLOU-1

Domenica tutti a Orticola, c’è il lancio del progetto Leapine.

Sono molto felice di inaugurare il mio nuovo sito col primo articolo del blog personale che ha come argomento un nuovo progetto entusiasmante che verrà lanciato domenica 10 maggio alle ore 11 alla Libreria della Natura all’interno di Orticola, l’annuale mostra floreale ai giardini Indro Montanelli.

Il primo di una lunga serie di libri per bambini dai 3 agli 8 anni, in italiano e inglese che li farà sognare, divertire e nello stesso tempo imparare qualcosa: “Le dita nella torta” edito da Valentina Edizioni.

Trovo molto divertente scrivere per i bambini e lo considero un privilegio oltre che un grande insegnamento ed un occhio nuovo sul mondo.

Fare un libro illustrato poi è come fare un film e quindi questo non mi è nuovo.

Allora vi aspetto numerosi insieme a Maria Pia tra i fiori, con i vostri figli o nipoti ma anche senza, basta che siate rimasti un po’ bambini dentro.

Il libro “Le dita nella torta” è in vendita presso la Libreria della Natura in Corso Magenta 48 a Milano, e nelle principali librerie per bambini. Su Internet, il libro è acquistabile qui.

Leapine sono anche su Facebook: cliccate qui per mettere il vostro like sulla pagina.

Nelle foto qui sotto la copertina del libro “Le dita nella torta” e la locandina di Orticola.

le-dita-nella-torta

orticola milano